Prestiti: come si può ovviare alla mancanza di una busta paga?

La busta paga resta un miraggio per milioni di italiani. Se si somma il numero di coloro che sono senza lavoro a quello di chi ne ha uno precario o saltuario, la cifra che ne risulta può fare ampiamente capire il motivo per cui in Italia molte famiglie rinunciano spesso a consumare preferendo risparmiare e tenere in equilibrio un bilancio che in questi anni è stato sottoposto a forti tensioni.

Va però ricordato che non avere una busta paga può rivelarsi un grosso problema per chi intenda ottenere un prestito teso magari a rinforzare la propria liquidità. Le aziende creditizie, infatti, esigono garanzie per concedere finanziamenti e uno stipendio adeguato è la migliore possibile in tal senso.

 

E’ possibile ottenere prestiti anche senza busta paga

 

Se le aziende creditizie non amano eccessivamente la clientela sprovvista di una busta paga, allo stesso tempo non si possono permettere di chiudere le porte in faccia ad una clientela così estesa. Proprio per questo sono solite prevedere prestiti senza busta paga, a patto che esistano comunque garanzie sufficienti di poter rientrare dalla propria esposizione.

La formula preferita in tal senso è sicuramente il prestito con garante, ovvero quello in cui una terza figura è chiamata ad apporre la sua firma e a prestare le garanzie mancanti al posto del contraente principale. Ove questi non paghi, sarà proprio lui a doversi accollare l’onere di saldare le rate mancanti.

Va poi ricordato come anche chi lavora in maniera saltuaria o senza avere un contratto duraturo con la propria committenza può a sua volta presentare garanzie reddituali. Ad esempio producendo i documenti in grado di provare entrate continue su cui poter eventualmente appoggiare il piano di rientro, come quelle derivanti dai pagamenti per i lavori effettuati o quelli relativi all’affitto di una proprietà immobiliare. 

Naturalmente, la mancanza di una busta paga può andare ad influire in maniera abbastanza evidente non solo sui tassi di interesse, che potrebbero elevarsi in maniera notevole, ma anche sulla cifra eventualmente concessa dalla finanziaria cui ci si rivolge, la quale potrebbe abbassarsi in maniera anche notevole rispetto alla richiesta iniziale.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *