Prestiti a titolo personale per cattivi pagatori: quali sono le possibilità?

I prestiti a titolo personale sono un tipo di finanziamento che non è legato, o vincolato, ad alcun tipo di utilizzo preciso; si tratta in effetti di prestiti le cui somme possono poi essere utilizzate nel modo che credete, senza obiettivi o scopi ben specificati che obbligano ad un certo utilizzo del denaro che otterrete. Quindi sono i prestiti ideali per chi vuole sfruttare la somma ottenuta per diversi obiettivi che magari non rientrano nelle caratteristiche di un prestito finalizzato.

Se volete scoprire altri dettagli e caratteristiche dei prestiti ottenibili a titolo personale, vi invito a consultare la guida sui prestiti personali a cattivi pagatori su www.guidaprestitipersonali.it.

Ma che dire dei cattivi pagatori? Possono richiedere ed ottenere un prestito personale?

Sappiamo bene che i cattivi pagatori sono soggetti che, a causa del mancato rimborso o di rate non pagate del piano di ammortamento del prestito, vengono inseriti nella lista del Crif, che è a disposizione di tutte le banche e gli istituiti di credito. Quindi, per questi soggetti, diventa molto difficile ottenere un nuovo prestito dato l’insolvenza del precedente. 

Comunque non è detta l’ultima parola; anche se potrebbe essere più complicato e difficoltoso, anche i cattivi pagatori possono ottenere dei prestiti personali. Questi prestiti sono però vincolati e ben precisi, si tratta infatti principalmente della cessione del quinto e del prestito con delega di pagamento. Queste sono le principali e migliori opzioni per i cattivi pagatori di ottenere un prestito personale.

La cessione del quinto andrà richiesta direttamente utilizzando come garanzia il vostro stipendio mensile; infatti, invece di pagare voi stessi la rata, sarà invece il vostro datori di lavoro ad occuparsene detraendola direttamente dallo stipendio.

Invece la delega di pagamento è una forma di prestito che viene concessa come un’aggiunta di liquidità ad un prestito già in corso o ad un prestito con cessione del quinto già in corso. 

In entrambi i casi si tratta di due tipologie di prestiti non finalizzati ma personale, quindi non vincolati all’utilizzo della cifra in modi precisi. Inoltre, grazie alle condizioni piuttosto flessibili che prevedono, questi prestiti sono ideali anche per dei soggetti come i cattivi pagatori. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *